Presentazione del volume “La gioia per l’eternità. Lettere dal Gulag (1931-1933)”
Il carteggio tra Aleksej Losev (1893-1988) e la moglie Valentina, scoperto nel 1954 e pubblicato per la prima volta in Russia solo nel 2005, è la prima opera del filosofo russo a essere tradotta e pubblicata in Italia. Losev, una delle principali figure del pensiero filosofico russo del XX secolo, viene arrestato insieme alla moglie nel 1930 e condannato a dieci anni di lager per attività antisovietica. Lo scambio epistolare, strutturato come un “dialogo spirituale” tra Aleksej, filosofo, e Valentina, scienziata, durante la loro reclusione nei gulag sovietici, delinea la drammatica situazione esistenziale dell’intellettuale sotto il regime staliniano e allo stesso tempo rappresenta una preziosa testimonianza della vita quotidiana nei lager. Il volume si inserisce nella collana di letteratura autobiografica e memorialistica russa “Narrare la memoria” promossa da Memorial Italia.

Introduce Giulia Marcucci, intervengono Marcello Flores e Giorgia Rimondi.

L’incontro si tiene in piazzale Carlo Rosselli, 27/28 – 53100 Siena presso l’Università per Stranieri di Siena. Aula 22.

Diretta streaming: http://live.unistrasi.it/

Ottobre 5 @ 16:15
16:15 — 18:00 (1h 45′)

Condividi